Informazioni turistiche

L'itinerario per le malghe del Montasio

L'altopiano del Montasio è percorso da una rotabile asfaltata che, partendo dal centro sciistico di Sella Nevea, conduce fino quasi a Casera Pecol. Da li una rete viaria di servizio, a transito regolamentato, a fondo inghhiaiato consente di raggiungere tutte le casere dall'altopiano. Raggiungere in automobile la zona di Pecol fino al divieto di transito è la maniera più comoda e rapida per arrivare al posto di ristoro e degustare i buonissimi prodotti lattiero caseari o i salumi, magari accompagnati da un bicchiere di vino.
Per comprendere appieno il complesso ed efficente sistema di monticazione a distinte compartimentazioni utilizzato fino a pochi anni or sono nell'intera zona, consigliamo tuttavia di percorrere a piedi l'itinerario anulare che da Sella Nevea tocca, nell'ordien, le casere di Pecol, parte di Mezzo, Larice, Cregnedul di Sopra e ridiscende a Sella Nevea per il sentiero CAI n. 625 proveniente dal Rifugio Corsi.
da Sella Nevea al tornante a monte del Rifugio CAI Divisione Julia, s'imbocca la strada asfaltata che porta all'Altopiano del Montasio. Nel primo tratto la strada risale il versante meridionale di media pendenza della dorsale di raccordo tra Jof Fuart e Jof di Montasio. Superati alcuni tornanti la strada si fa meno pendente per poi proseguire quasi in piano sui vasti depositi morenici dell'altipiano lambendo delle rade peccette. Giunti alla fine della strada asfaltata si prende a sinistra per raggiungere Casera Pecol. Il percorso prosegue seguendo il segnavia CAI n. 622 fino all'incorcio per il Rifugio Giacomo di Brazzà. Da qui si continua diritti seguendo le indicazioni del segnavia CAI n. 624 in direzione sudest. Dopo aver lasciato sulla destra la casera, riadattatta a dormitorio e mensa, e sulla sinistra gli stalloni, ci si dirige lungo la strada sterrata verso Casera Larice e da qui ancora, attraversando una peccetta altimontana con larice e pino silvestre, fino a Casera Cregnedul di sopra, aggirando il costone meridionale del Modeon del Buinz.
Dalla Casera, trasformata in Rifugio, proseguire quasi in quota fino a raggiungere il sentiero (segnavia CAI n. 625) che scende dal circo glaciale a monte della casera a Sella Nevea o, in alternativa, proseguire lungo la strada forestale che scende a tornanti fino al parcheggio attraversando fustaie di abete rosso miste a faggio.
Dal centro turistico si può raggiungere la Casera Cregnedul di sotto percorrendo perca due chilometri la rotabile per Cave del Predil. La casera è localizzata a valle del fondo stradale dopo il primo tornante.


Partenza:
Sella Nevea (1175 m)

Tempi richiesti:
  • 1h e 30 min a Casera Pecol (1519 m)
  • 1h e 20 min a Casera Cregnedul di sopra (1515 m)
  • 50 min a Sella Nevea
  • 3h e 40 min complessivi